In questa Italia, nonostante i sorrisi ammiccanti e le promesse  di un presente e di un futuro felice da parte di conduttori televisivi, giornalisti prezzolati e politici patetici, la tensione sociale è ormai a livelli altissimi. L’ultimo episodio si sta verificando a Terzigno (Na) contro la preannunciata discarica.

Scontri con la polizia, sassaiole, violenze di tutti i tipi si sono registrate in questi giorni. Ultimo episodio, in ordine di tempo, si è verificato giovedi 21 ottobre in Via Zabatta, dopo la notizia dell’apertura della discarica di Cava Vitiello nonostante le parole del sindaco di Terzigno Domenico Auricchio: «Noi siamo vicini alla protesta e vicino ai cittadini. Come ho già detto ai manifestanti sul tetto, Cava Vitiello non sarà aperta». A seguito di questa rabbia collettiva il sindaco non ha però trovato di meglio da dire che «Berlusconi troverà la soluzione al problema».

Come al solito questo sito vuole cercare di analizzare il problema e non sottostare alle parole d’ordine che circolano nei mass media legati a questo o a quel partito politico. La questione non riguarda infatti solo e soltanto Terzigno che, è doveroso però ricordarlo, derivano anche dalle menzogne di questo governo nei confronti del problema della spazzatura di Napoli. Dopo che per anni abbiamo assistito a scene degne del teatro dell’assurdo in cui gli esponenti di questo governo affermavano di aver fatto sparire la spazzatura a Napoli e quelli della cosiddetta opposizione si vantavano il merito di questa conquista, veniamo a sapere (ma lo sapevano tutti!) che la spazzatura a Napoli non era affatto sparita ed è necessaria una discarica.

A parte questo problema, dicevamo, vorremmo però affrontare il problema delle discariche in questo Paese considerando inaccettabile che tale confronto venga visto solo ed esclusivamente come un problema di “ordine pubblico” e non si riesca a discutere culturalmente di tale questione. Chiediamo ai nostri lettori: siamo sicuri che il problema della spazzatura si risolva con gli inceneritori e le discariche che, come bene ricorda L’Isde Italia – Associazione dei medici per l’Ambiente, è la meno rispettosa dell’ambiente (e dunque della salute di noi tutti)? Siamo certi che la produzione di ceneri e l’introduzione continua e continuata nell’atmosfera di milioni di fumi e di polvere grossolane e fini costituite da nanoparticelle di sostanze chimiche (metalli pesanti, idrocarburi policiclici, policlorobifenili, benzene, diossine e furani, ecc.) non siano una cura peggiore del male? Tale combustione, ricorda sempre l’Isde Italia, trasforma anche i rifiuti innocui (come gli imballaggi e gli scarti di cibo) in composti tossici pericolosissimi.

Tale questione esprime, per l’ennesima volta, l’arretratezza culturale di questo Paese in merito ai problemi della salute dei cittadini, cercando esclusivamente la soluzione più facile, più veloce, più elettoralmente appagante e meno complessa. Sarebbe facile però dare uno sguardo in Europa, dove la questione dei rifiuti viene affrontata in maniera molto diversa, soprattutto attraverso la cosiddetta politica delle “R”: Razionalizzazione, Riduzione della produzione, Raccolta differenziata (che in Paesi come l’Austria, la Germania e la Svizzera ha praticamente eliminato il conferimento in discarica dei rifiuti non trattati), Riciclaggio, Riuso, Riparazione, Recupero.

Comprendiamo benissimo come queste parole, in un Paese ed in un mondo in cui il consumismo e lo sviluppo incontrollato ed insostenibile siano i principali stili di vita, tali parole possano sembrare fuori tono. Lo comprendiamo benissimo. Possiamo però chiedere ai nostri indulgenti lettori di provare a pensarci e discuterne. Ovviamente dopo aver disquisito sul fondamentale tema per la vita di noi tutti della riforma elettorale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...